17 gennaio 2017 • Notizia

Una sviluppatrice di Nintendo Switch rilascia nuove informazioni sulla console

Syrenne McNulty, sviluppatrice di Nintendo Switch, recentemente ha rilasciato nuove informazioni sulla nuova console Nintendo in arrivo il 3 marzo, attraverso il podcast Radio Free Nintendo.

Riguardo i Joy-con:

  • L’HD Rumble funziona benissimo. Riprendendo l’esempio del bicchiere con i cubetti di ghiaccio, il Joy-con vibra nella parte inferiore quando c’è solo un cubetto in fondo, oppure nella parte superiore quando è pieno di cubetti. Il rumble funziona con diverse intensità e anche su diversi punti del Joy-con.
  • Il puntatore a infrarossi funziona bene. Sarebbe difficile usarlo con i giochi per Wii, ma non impossibile.
  • Non hanno un aspetto ergonomico, ma in realtà sono comodi da tenere. Stanno perfettamente nelle mani.
  • La tecnologia motion è molto più avanzata di quella Wii Motion Plus o PS Move, alla pari con i controller Oculus Touch e Vive.
  • Possono rilevare anche i più piccoli movimenti.

Riguardo il Nintendo Switch Pro Controller:

  • Ha tutto quello che hanno i Joy-con, inclusi i motion control e l’HD Rumble.
  • Non c’è un puntatore a infrarossi, tuttavia.
  • Il D-Pad è lo stesso che Nintendo ha sempre usato.
  • Molto comodo da tenere.
  • Grilletti analogici.
  • La durata della batteria è ottima e soddisfacente, nonostante non sia 80 ore come quella del Wii U Pro Controller.

Riguardo il Nintendo Switch Dock:

  • Non fa semplicemente da tramite con il televisore, ma ha tecnologia di proprietà di Nintendo (per questo non ci saranno Dock di terze parti). Questo spiega anche il prezzo elevato.
  • Deve rilevare che il Nintendo Switch sia inserito, cambiare il segnale in HDMI (visto che Switch di per sé non ha una porta del genere) e trasmetterlo al televisore.

Riguardo My Nintendo e Virtual Console:

  • My Nintendo conserva tutti gli acquisti effettuati su Wii U e 3DS, ma non su Wii.
  • La sua teoria sulla Virtual Console è che si pagherà una tariffa per portare su Switch i giochi acquistati su 3DS o Wii U, come con quest’ultimo. Tuttavia, l’upgrade sarà gratuito se il gioco è stato acquistato sia su 3DS che su Wii U. Niente del genere invece con i giochi acquistati su Wii.

Riguardo l’online a pagamento:

  • Il sistema del gioco gratuito al mese funziona esattamente come il PS+. Una volta scaricato il gioco durante il mese in cui è disponibile, sarà possibile averlo fino alla fine dell’abbonamento online.
  • Questo sistema è stato preferito da Nintendo rispetto all’offrire un catalogo di giochi VC perché in quel caso i giocatori sarebbero stati divisi e non sarebbe stato altrettanto facile trovare altri per giocare online.

Riguardo lo sviluppare con Nintendo Switch:

  • Non si possono dare le specifiche della console, ma è molto appagante sviluppare per Switch.
  • Il toolset è ottimo, permette di fare ciò che si vuole senza limiti e senza grosse difficoltà.

Riguardo le perdite del Wii U:

  • Ogni Wii U è stato venduto in perdita.
  • Il costo totale per il gamepad era di $95.
  • La console di per sé costava sui $150. Aggiungendo il costo dei rivenditori e delle spedizioni, non c’era spazio per dei cali di prezzo.
  • Il prezzo di Switch e dei relativi accessori è stato deciso per far sì che possano portare profitto anche dopo i cali di prezzo.

Fonte

 

Autore: Dario "Spiky" Vetrano

Oggettività e politically correct sono due cose importanti nei media, e quindi ringrazia Nintendoomed di potersene fregare per scrivere liberamente e senza mezzi termini. Il suo lavoro preferito è recensire i giochi che gli piacciono per riceverli gratis.