15 gennaio 2017 • Notizia

Reggie parla di sconti sulla Virtual Console, della produzione di Nintendo Switch e sulla lunga vita del Nintendo 3DS

Durante un’intervista di Wired a Reggie Fils-Aime, presidente di Nintendo of America, sono emersi alcuni dettagli su Nintendo Switch e su ciò che ancora il Nintendo 3DS ha da offrire.

Wired: Ci saranno degli sconti per coloro i quali comprano un gioco (ndr: sulla Virtual Console) per la seconda volta su Switch?

Reggie: Per prima cosa vorrei dire che siamo consapevoli del fatto che alcuni dei fan più accaniti hanno speso una bella somma sulla Virtual Console di Wii e Wii U, e sappiamo bene che sono molto preoccupati di spostarsi su Nintendo Switch senza una retrocompatibilità. Ciò che dico è: restate collegati, capiamo il problema, arriveranno più informazioni in seguito.
Ci sono 40 giorni che saranno stranissimi da adesso al lancio. Arriveranno ulteriori dettagli. A quel punto saremo in grado di definire tutti i dettagli dell’esperienza online.

Wired: Cosa prevedete, in termini di numeri, sui Nintendo Switch che sarete in grado di distribuire nel 2017?

Reggie: Ciò che abbiamo detto pubblicamente è che ci saranno due milioni di unità che verranno vendute in tutto il mondo per il lancio, essenzialmente durante il primo mese.
Poiché leggo i commenti e ciò che si dice sulle board online, so che la gente è preoccupata per la fornitura. Da ciò che ho letto, la paura sembra ricollegarsi al problema di non poter procurarsi un NES Classic Mini. Quindi quello che dico è questo: due milioni per il primo mese è un numero enorme, specialmente se consideriamo il fatto che quella non è la stagione migliore per le vendite. Si tratta essenzialmente delle prime tre settimane di marzo. Ci stiamo concentrando sull’assicurarci che coloro i quali vorranno comprare un Nintendo Switch, potranno farlo. Questo è il modo in cui costruiamo le nostre catene di distribuzione e come pensiamo attraverso la quantità di prodotti disponibili.
Il problema con il NES Classic Mini è che si è creata una situazione in cui la domanda globale di console ha superato di molto le nostre aspettative, quindi si sono create delle carenze (ndr: nelle forniture). La buona notizia, almeno per i consumatori in America, è che continueremo a produrre il NES Classic Mini. Seguendo il livello corrente di fornitura, la domanda verrà accontentata. Riconosciamo il problema.

Wired: Cosa significa il lancio di Switch per il Nintendo 3DS?

Reggie: Il Nintendo 3DS ha una lunga vita di fronte a sè. Abbiamo già annunciato titoli che usciranno nella prima metà dell’anno. Ci sono molti grandi giochi in arrivo. Da come la vediamo noi, il Nintendo 3DS e Nintendo Switch vivranno uno a fianco all’altro. Andremo incontro a diverse fasce di prezzo e a diversi tipi di consumatori. Sarete in grado di avere nuovi e freschi contenuti su Nintendo Switch, insieme a migliaia di giochi disponibili sul Nintendo 3DS, più alcune novità in arrivo. Coesisteranno perfettamente insieme. Abbiamo già supportato due sistemi differenti in passato.
Credo che in un certo senso Nintendo Switch sia un dispositivo portatile. È portatile. Ma nel suo cuore, è una console fissa che puoi portare con te mentre viaggi.

Fonte: GoNintendo

Autore: Leonardo "Dadoh" Simi

Sono nato con una PS1 davanti e all'età di 3 anni catturavo i miei primi Pokémon su Game Boy Color. Nintendaro con lievi sfumature di PC Master Race, il mio sogno è di diventare un game developer. In alternativa, potrei diventare un ciccione.