8 luglio 2015 • Notizia

Reggie: Federation Force snobbato come The Wind Waker, Nintendo si concentra sui giochi per il futuro prossimo

Reggie, Reggie, Reggie, che personaggio particolare è per essere un dirigente d’azienda. Così mollaccione e simpatico che ogni volta che lo si sente parlare, a prescindere dall’argomento, non si può non rimanerne ammaliati.
Particolarmente divertenti da seguire sono le sue interviste, come quella piuttosto interessante che vi propongo qua sotto.

Si tratta di una di quelle interviste post-E3 di recente pubblicazione.

In questa in particolare, Reggie spiega che l’incontro di Smash Bros. al Nintendo World Championship è andato così male perchè lui si era allenato diverse ore usando un Wii U Pro Controller e non un pad del Gamecube come quello che gli hanno fatto usare in quella sfida. C’è da crederci?

Ha anche specificato che il suo Muppet personale verrà gelosamente conservato nel suo ufficio insiema al Reggie griffato Robot Chicken e alla testa di Reggie Mii e che sta pensando di farli apparire tutti e tre insieme nel Digital Event dell’anno prossimo.

Ok, cazzate a parte, cosa s’è detto di serio? Prima di tutto, molto banalmente gli è stato chiesto cosa pensasse della reazione dei fan a Metroid Prime: Federation Force. La sua risposta si può considerare decisamente azzeccata:

« Torniamo indietro al giorno in cui abbiano annunciato Wind Waker. Abbiamo cambiato quello stile grafico realistico con uno in stile “cartoon”. Se i social media fossero esistiti all’epoca, saremmo stati sommersi di critiche. E questo fu un gioco che diventò uno dei più apprezzati, uno dei meglio giudicati di tutti i tempi. Fidatevi del fatto che sappiamo come usare i nostri franchise e del fatto che sappiamo creare grandi contenuti. Dateci il beneficio del dubbio perchè ho visto tanta gente in fiera giocarci e divertirsi. »

Dai, che siate d’accordo o meno con quello che dice, non si può non ammettere che questa risposta sia davvero la migliore che poteva tirar fuori.

Reggie ha anche parlato della concorrenza e dei loro giochi.

« Halo 5 sarà un buon gioco e ho anche potuto vedere Battlefront… ma se vedi tutti gli altri giochi che sono stati mostrati a questo E3 sono tutti previsti per il 2016 o oltre. Si tratta di una differenza di filosofia. Nintendo si concentra sul presente e sul futuro prossimo, sui giochi che sarete in grado di giocare prossimamente. »

Autore: Gianmarco "Jun" Turchiano

Fa il tuttofare mentre veste i panni del capo. Si occupa di curare il sito sotto l’aspetto tecnico, ma anche di pubblicare notizie e di redigere recensioni e articoli opinionistici vari.