10 febbraio 2016 • Notizia

Nintendo vuole mettere in risalto i suoi nuovi, giovani e talentuosi sviluppatori

Una delle critiche che più frequentemente viene mossa a Nintendo riguarda sicuramente il suo staff di creativi: “ci sono solo vecchi”. E questa non è mai una buona cosa.
Tuttavia, con Splatoon c’è stata un’improvvisa inversione di tendenza, dato che quel gioco è stato sviluppato da un team di giovanissimi.
L’esperimento ha decisamente avuto successo e pare che anche Nintendo lo abbia notato.

Il presidente di Nintendo, Tatsumi Kimishima, infatti, ha fatto questa dichiarazione:

“Le idee dei giovani impiegati sono anch’esse la chiave per la nuova generazione e per continuare a produrre nuove entusiasmanti idee. È importante che strutturiamo la nostra organizzazione in modo tale che questi giovani possano avere ruoli attivi. Abbiamo lavorato per stabilire questa organizzazione, la quale permetterà ai nostri impiegati di raggiungere il loro pieno potenziale in varie aree. Può essere difficile da vedere fuori dalla compagnia, ma abbiamo fatto dei drastici cambiamenti alla nostra organizzazione. Per esempio, i nostri sviluppatori non hanno avuto molte presenze in pubblico in passato, ma vorremmo creare sempre più opportunità per permettere a voi di conoscerli in futuro.”

Fonte.

Autore: Gianmarco "Jun" Turchiano

Fa il tuttofare mentre veste i panni del capo. Si occupa di curare il sito sotto l’aspetto tecnico, ma anche di pubblicare notizie e di redigere recensioni e articoli opinionistici vari.