2 giugno 2017 • Notizia

Nintendo rinvia l’online a pagamento di Switch al 2018, niente più giochi a noleggio ma in stile PlayStation Plus

Incredibile ma vero, ragazzi, ma è successo. Ricordate quando nella conferenza svoltasi lo scorso gennaio Nintendo annunciò che i servizi online di Nintendo Switch sarebbero stati a pagamento, in linea con quanto presente sulle altre console? Bene, da poche ore la compagnia ha confermato che il servizio non arriverà più, com’era prima previsto, questo autunno, ma a partire dal prossimo anno.

Ricordate questo mockup che realizzai? Diventerà reale, piano piano.

Nintendo sta rivedendo le sue politiche al riguardo e, come confermato a Kotaku, non saranno più offerti dei giochi a noleggio mese per mese, ma rimarranno nella libreria dell’utente, almeno finché sarà abbonato al servizio. Esattamente come sulle altre piattaforme.
I giochi che verranno offerti tramite questo servizio godranno di nuove funzioni, come il gioco online. Nintendo ha confermato che Super Mario Bros. 3, Dr. Mario e Balloon Fight saranno alcuni dei giochi ad usufruire di questo servizio.

Stando a quanto riportato, l’offerta attualmente si focalizzerà solo sui giochi per NES, escludendo quindi il precedentemente annunciato Super Nintendo. Intervistati da IGN, un rappresentante della compagnia ha riferito che seppur non presenti al lancio, i giochi per quella piattaforma sono ancora sotto considerazione.

 

Adesso, quanto ci costerà il tutto? Molto poco.
Nintendo offrirà tre fasce di prezzo per chi è intenzionato a provare il servizio, ovvero 3,99$ per un mese, 7,99$ per tre mesi e 19,99$ per l’abbonamento annuale. Se pensiamo che sulle altre piattaforme il prezzo medio per il solo abbonamento online è sui 50€, è davvero una buona notizia.

Fonti: Nintendo, Kotaku, IGN

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore di lunga data, capo di Nintendoomed nonché addetto alle pubbliche relazioni. Quando non ha nulla da fare si occupa anche di gestire una web radio su Spreaker. Una volta ha anche trollato l'Internet. Insomma, una leggenda.