20 febbraio 2017 • Notizia

Link sarebbe dovuto essere più grande in Twilight Princess

Qualche anno fa, Nintendo, in collaborazione con Dark Horse, pubblicò Hyrule Historia, enciclopedia dedicata alla serie di The Legend of Zelda. Nel libro si trovano diversi sketch dei vari titoli della serie usciti negli ultimi anni, fra cui quelli di Twilight Princess, episodio dai toni più maturi per Nintendo GameCube e Wii e che è stato riproposto in una versione in alta definizione su Wii U lo scorso anno.

Proprio di Twilight Princess sono presenti dei disegni interessanti riguardanti Link, in quanto in alcuni sketch è ritratto con una età maggiore di quella usata nel prodotto finale. Nel libro di prossima uscita in Europa, Zelda: Arts & Artifacts, gli artisti Yusuke Nakano e Satoru Takizawa discutono del design di Link, confermando l’idea iniziale di un Link adulto, con un’età compresa fra i 25 e i 30 anni, per dare un’impressione di forza e determinazione non data da un sedicenne.


A&A: Ad un certo punto, nonostante la storia non fosse ancora definita, avete avuto il bisogno di realizzare il design della faccia di Link. Quali idee avevate in mente lavorando?

Nanako: Per il design del volto parlai a lungo con Takizawa-san appena iniziai gli sketch preliminari. Volevo renderlo un po’ più vecchio. Link fin’ora era sempre rimasto negli anni della sua adolescenza, ma per questo gioco abbiamo discusso riguardo il dargli circa 25 anni… forse anche 30.

Takizawa: Si trattava di un’avventura dove era necessario un Link adulto.

Nanako: Sarebbe stato parecchio robusto… Una persona magra con una bella faccia non sarebbe mai riuscita a battere un nemico parecchio grosso, e abbiamo pensato di renderlo più muscoloso. Per questo le prime illustrazione erano, a modo loro, sbalorditive.

Takizawa: Già. C’era pure un Link con la mascella quadrata. [risate]

Nanako: Quando ho mostrato i miei disegni al resto dello staff, la risposta fu “I fan si aspettano il Link di Ocarina of Time”. Perciò allafine rendemmo il suo viso e il corpo simili alla versione adulta di Link in quel gioco.

A&A: Una delle caratteristiche più importanti di Twilight Princess è la trasformazione di Link in lupo.

Nanako: Sì, mi assicurai che lo sguardo degli occhi di Link combaciasse con la sua versione da lupo.

Takizawa: Ma l’informazione che potesse cambiare forma in un lupo arrivarono solo dopo i design iniziali. Perciò gli sketch successivi di Link lo ritraevano con un aspetto più selvaggio e simile a quello di un lupo. Ad un certo punto abbiamo pure di dargli un taglio di capelli giapponese denominato “wolf cut”, cosa che gli avrebbe dato un aspetto più lupesco.

Nanako: Me lo ricordo. Però gli sketch da me realizzati per la parte frontale, laterale e posteriore non gli davano un aspetto così selvaggio…

Fonte: Nintendo Everything

Autore: Giorgio "Felkun" Floris

Il dottore informatico del gruppo. Tecnico specializzato a fissare WordPress implodere, e ogni tanto anche newser, passa il tempo a leggere manga e organizzarsi con Flip a far spendere e spandere gli altri per un mondo più giusto.