5 dicembre 2015 • Notizia

Fast Racing NEO: Shin’en ci illustra le tecnologie usate per rendere la grafica impressionante

Fast Racing NEO sarà un gioco di produzione indipendente, eppure è quello che forse offre il miglior comparto visivo-stilistico-tecnico su Wii U. Qual è il segreto di Shin’en, il piccolo studio che si cela dietro a questo gioco di corse futuristiche? Eccolo svelato.

“Per ottenere il risultato a cui stavamo puntando abbiamo fatto ricerche per tutte le tecnologie attualmente disponibili. Abbiamo fatto texture a risoluzione davvero alta e abbiamo aggiunto un normal mapping davvero distante per evitare che queste risultassero ripetitive. Abbiamo anche inserito molto fogliame generato proceduralmente e sparpagliato per la mappa [si sta parlando di un circuito in particolare, “Scorpio Circuit”, n.d.r.] centinaia di rocce e ciottoli; abbiamo anche implementato atmospheric scattering, ombre soffuse di alta qualità, raggi crepuscolari e via discorrendo.

Aveva un bell’aspetto, ma avevamo ancora bisogno di qualcosa di grande ed iconico che creasse un senso di proporzione. E cosa può essere più grande delle montagne o delle scarpate? Tradizionalmente queste si modellano usando tool appositi, ma quei modelli non avevano la giusta forma o dimensione. Quindi abbiamo provato a scennerizzare oggetti in 3D e quella è stata la chiave. Abbiamo fotografato centinaia di rocce e abbiamo persino creato un nostro piccolo studio fotografico improvvisato.

Poi abbiamo processato quelle immagini con degli speciali software di scanning 3D. I modelli erano meravigliosi, ma pesavano parecchi gigabyte e consistevano di un gazilione di poligoni, quindi abbiamo dovuto calibrarli per poterli usare in tempo reale nel gioco. Questi modelli sarebbero stati impossibili da realizzare da zero. Inoltre, abbiamo aggiunto texture ad alta risoluzione e normal mapping.”

Fonte.

Autore: Gianmarco "Jun" Turchiano

Fa il tuttofare mentre veste i panni del capo. Si occupa di curare il sito sotto l'aspetto tecnico, ma anche di pubblicare notizie e di redigere recensioni e articoli opinionistici vari.