31 gennaio 2014 • Scherzendo

Fan critica Nintendo e viene accusato di spionaggio industriale

In seguito alla controversa dichiarazione rilasciata ieri in sede d’assemblea dal CEO di Nintendo, Satoru Iwata, “Nintendo non ha puntato abbastanza sui bambini”, il celebre nintendaro ortodosso che risponde all’appellativo di Ernesto Uioni ha ribattuto:

« A questo punto tanto vale che comincino a produrre pannolini, passeggini, sonagli e biberon. »

Al che, un sorpreso Iwata ha replicato pubblicamente:

« COME FA A CONOSCERE I NOSTRI PIANI?! »

Infatti, sembrerebbe che Nintendo voglia provare la carta dei prodotti per bambini. Pannolini, passeggini, sonagli e biberon griffati Nintendo, dunque, arriveranno presto sul mercato e la compagnia nipponica si sta preparando a dare del filo da torcere alla Chicco, la sua nuova, temibile nemesi.
Il presidente della Grande N ha poi continuat:

« Signor Uioni, le ricordiamo che lo spionaggio industriale è un reato e che noi non utilizziamo gli avvocati, bensì gli avvocati-ninja, dorma con un occhio aperto »

Infine, interrogato sul perchè Nintendo abbia rinunciato ad entrare nel business degli stupefacenti, come descritto dalle indiscrezioni trapelate negli scorsi giorni, Iwata ha risposto:

«Sicuramente non perchè avevamo timore di non riuscire a raggiungere un certo standard qualitativo. Cioè, avete visto quante cazzate ho sparato ieri agli azionisti? Dire che quella roba è potente significherebbe sminuirla […] semplicemente, abbiamo pensato che le mamme FORSE si sarebbero lamentate di queste caramelle particolarmente… frizzanti»

Autore: Gianmarco "Jun" Turchiano

Fa il tuttofare mentre veste i panni del capo. Si occupa di curare il sito sotto l'aspetto tecnico, ma anche di pubblicare notizie e di redigere recensioni e articoli opinionistici vari.